“ Ma lo lascia da solo?”

Clothes
Vai ai contenuti

“ Ma lo lascia da solo?”

Liliana Boranga
8 Aprile 2020
“ Ma lo lascia da solo?”“ Si ma solo per due minuti ”. “ma li portano via lo sa?” “ chi?”
“Non so, ma non li trovano più. Quanto deve stare nel supermercato?”. “Due minuti”… “Allora ci sto io con lui”. “avvero?”.  “si, come si chiama?”. “Danko. Grazie faccio prestissimo”. Danko mi guarda e io guarda Danko nel parcheggio del supermercato. Lui agganciato alla rastrelliera delle biciclette e io in piedi accanto a lui. A parlargli. Nei suoi occhi ho  visto quella cosa che si chiama paura di stare da  soli. Dell’abbandono.. di dover passare anche pochi ma interminabili minuti senza chi ami e chi devi proteggere. Chi deve proteggerti..e a capire se lo avresti rivisto.. Ad ogni apertura di porta Danko punta l’uscita. E io con lui.  Non ha mai ringhiato. Non mi ha mai escluso. Si è seduto accanto a me.. amico. Amici..Insieme ad aspettare che fosse l’arrivo giusto. Quello più amato. Atteso. Agognato..
“stai tranquillo Danko adesso arriva. E poi ci sono io con te..” .
Io?  A guardia di un cane in un parcheggio del supermercato con tutta la spesa nel portabagagli da scaricare. Sei un cane vecchio Danko, il pelo è nero ma hai molte chiazze grigie e bianche,… sei un cane molto amato…  mancheresti troppo a chi ti ha cresciuto…e allora aspettiamo Danko. Tu e io davanti alla porta di uscita del supermercato..
La coda si agita… ti stai alzando da terra. Mi guardi… ci siamo vero Danko?
Eccolo ... trafelato con il sacchettino in mano.. è lui.. …e tu ti alzi sulle zampe dietro e lo abbracci. E lui ti abbraccia. Voi vi abbracciate mentre il tuo padrone si sgola in ringraziamenti e in  gesti delle braccia…. Di affetto..
Voi vi abbracciate e tu non la smetti mai Danko.
Voi vi abbracciate.



Torna ai contenuti